NEWS RESPONSABILITA’ CIVILE – RISARCIMENTO DANNI

COSE IN CUSTODIA           IMPRESA            INTERNET E AMBIENTI IT               PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

PROFESSIONISTI            AMBIENTE       CIRCOLAZIONE STRADALE           BANCHE E ASSICURAZIONI              MEDICI E SANITA’

 

COSE IN CUSTODIA

  • 3.11.2020 CADUTA PER UN CORDOLO IN CENTRO CITTÀ: ESCLUSA LA RESPONSABILITÀ DEL COMUNE. Attenzione a dove mettiamo i piedi! Un signore, a causa di un cordolo di cemento destinato a delimitare un contenitore di rifiuti in una via del centro cittadino nel quale egli si era trovato a passare, cadeva e subiva dei danni. Ritenendo vi fosse una responsabilità del Comune, ha agito, così, contro l’Ente, chiedendo che fosse condannato al risarcimento dei danni subiti in conseguenza della caduta. ….leggi tutta la notizia

  • 31.1.2020. IL CONDOMINO CADE NEL CORTILE CONDOMINIALE A CAUSA DEL DISSUASORE DI PARCHEGGIO? NIENTE RISARCIMENTO DEI DANNI SE LA CADUTA E’ DOVUTA AL SUO COMPORTAMENTO IMPRUDENTE. I danni patiti dal condomino a seguito della caduta per la presenza, nel cortile del condominio, di un dissuasore di parcheggio, seppur non segnalato, non sono risarcibili se il danneggiato, con l’adozione di cautele ragionevoli, avrebbe potuto evitare la caduta. La Corte di Cassazione si è così pronunciata, con l’ordinanza n. 347/2020 del 13.01.2020 … leggi tutta la notizia
  • 1.10.2018. IL DANNO DA IMMISSIONI DI FUMO VA RISARCITO. Sul tema del risarcimento dei danni da immissioni illecite di fumi e odori, si è, di recente, pronunciata la Corte di Cassazione, con l’ordinanza del 1 ottobre 2018, n. 23754, all’esito di un giudizio iniziato da due Signore, proprietarie di un appartamento all’ultimo piano di un edificio, che, non potendo più sopportare le immissioni provenienti da un edificio vicino, avevano agito …. leggi tutta la notizia
  • 7.6.2018. DANNI SUBITI DA UN VEICOLO IN SOSTA PER L’INCENDIO PROPAGATOSI DA UN ALTRO VEICOLO. Con la sentenza 14800 del 7 giugno 2018 la Corte di Cassazione ha accolto il ricorso di un uomo, che chiedeva il risarcimento dei danni subiti dalla sua autovettura derivanti da un incendio propagatosi da un altro veicolo , parcheggiato  in prossimità del suo….. leggi tutta la notizia
  • 13.3.2018. RESPONSABILITÀ CIVILE DEL COMUNE PER LA CADUTA DI UN CICLISTA A CAUSA DI UNA BUCA STRADALE E CONCORSO DI COLPA DEL CICLISTA DISTRATTO. La Corte di Cassazione si è occupata recentemente, ancora una volta, con la sentenza del 13 Marzo 2018 n. 6034, di un caso di responsabilità civile a carico di un Comune per i danni subiti da uno sfortunato ciclista a seguito di una caduta causata da una buca stradale….. leggi tutta la notizia
  • 1.3.2018. IL PROPRIETARIO DI UN IMMOBILE NON RISPONDE DEI DANNI PROVOCATI DAL CONDUTTORE PER LE IMMISSIONI SONORE INTOLLERABILI. Così si è pronunciata la Corte di Cassazione, con l’ordinanza depositata il 1 marzo 2018, n.4908, all’esito di un giudizio promosso da alcuni condomini contro il proprietario di un appartamento sito all’interno dello stabile, per i rumori provocati nel locale di sua proprietà, dato in locazione, e adibito a bar. … leggi tutta la notizia
  • 31.10.2017. ESCLUSA LA RESPONSABILITA’ DELL’AMMINISTRATORE PER LA CADUTA PER IL DISLIVELLO DELL’ASCENSORE CONDOMINIALE. Così si è pronunciata la Corte di Cassazione, con l’ordinanza n.25837 del 31 ottobre 2017, all’esito di un giudizio proposto contro un Condominio da un uomo, che aveva chiesto la condanna del Condominio al risarcimento dei danni subiti per le lesioni riportate. … leggi tutta la notizia
  • 28.8.2017. DANNI DA IMMISSIONI SONORE MOLESTE. Con l’ordinanza n.20445 del 28 agosto 2017, la Corte di Cassazione è ritornata sul tema del risarcimento del danno conseguente ad immissioni sonore illecite. … leggi tutta la notizia
  • 16.5.2017. CADUTA NEL SUPERMERCATO PER LA PRESENZA DI ACINI DI UVA SUL PAVIMENTO. La Corte di Cassazione, nell’ordinanza del 16.5.2017, n. 12027, si è occupata di un giudizio promosso da una cliente contro il supermercato, per i danni subiti in conseguenza di una sua caduta a causa della presenza di due acini d’uva sul pavimento. ….leggi tutta la notizia
  • 2.12.2016: ESCLUSA LA RESPONSABILITA’ DELL’OROLOGIAIO PER IL FURTO DI OROLOGI LASCIATIGLI IN DEPOSITO, SE HA ADOTTATO TUTTE LE CAUTELE NECESSARIE. Questo il principio di diritto ricordato dalla Suprema Corte di Cassazione, nella sentenza depositata il 2 dicembre 2016, n.24627, pronunciatasi su un caso di responsabilità di un orologiaio verso il proprietario di alcuni orologi lasciatigli in negozio in riparazione e sottratti in occasione di un furto avvenuto medio tempore…………. leggi tutta la notizia
  • 28.7.2016: CADUTA E RESPONSABILITA’ ESCLUSIVA DEL DANNEGGIATO: la Corte di Cassazione è tornata nuovamente a pronunciarsi in materia di responsabilità da cosa in custodia ex art.2051 cod.civ. in un caso di lesioni per caduta a causa di oggetti presenti sul pavimento……. leggi tutta la notizia
  • 6.5.2016.CONDOMINIO E RESPONSABILITA’ PER LE INFILTRAZIONI DAL TETTO. PARLANO LE SEZIONI UNITE. Le Sezioni Unite, con la sentenza n.9949 depositata il 6 maggio 2016, si sono pronunciate in materia di danni da infiltrazioni in un edificio condominiale. …. leggi tutta la notizia
  • 22.3.2016. CADUTA SUL GHIACCIO: ESCLUSA LA RESPONSABILITA’ DEL COMUNE PER I DANNI: la Corte di Cassazione è intervenuta nuovamente in materia di risarcimento del danno da insidie stradali con la sentenza n.5622 depositata il 22 marzo 2016. La vicenda è quella di una Signora che ha agito in giudizio contro il Comune di Torino, al fine di ottenere il risarcimento dei danni subiti per essere scivolata a causa di una lastra di ghiaccio presente sul manto di una strada cittadina all’altezza di un attraversamento pedonale…… leggi tutta la notizia
  • 5.1.2016. CADUTA DAGLI SCALINI E RESPONSABILITA’ DEL PROPRIETARIO: con l’ordinanza n.56 depositata il 5.1.2016, la Corte di Cassazione ha rigettato la domanda di risarcimento dei danni, formulata da un Signore contro un Comune, a causa della caduta dagli scalini che portavano dal piano strada al mare, sprovvisti di protezione antisdrucciolo leggi tutta la notizia
  • 17.11.2015. IL RESPONSABILE DI UN ALBERGO RISPONDE PER I FURTI SUBITI DAI CLIENTI ALL’INTERNO DELLE STANZE: così la pronuncia del 17.11.2015, n.23520, della Sezione 6 civile della Corte di Cassazione leggi tutta la notizia
  • 28.10.2015. BUCA STRADALE E CONDOTTA IMPRUDENTE DEL DANNEGGIATO: la Corte di Cassazione, con la sentenza n.21940 depositata il 28.10.2015, ha affermato che, sebbene l’obbligo di custodia operi anche per la Pubblica Amministrazione rispetto alle strade, non si può ritenere sussistere la responsabilità della Pubblica Amministrazione nell’ipotesi di incidente subito da un soggetto, che i Giudici avevano ritenuto avere mantenuto una condotta imprudente leggi tutta la notizia
  • 24.9.2015. CONDOMINIO, INSIDIA E LESIONI DA CADUTA: con la pronuncia n.18866 del 24 settembre 2015, la Corte di Cassazione, sezione 3, in relazione ad un caso di caduta di un soggetto scivolato su una grata metallica di proprietà di un Condominio resa scivolosa dalla pioggia, ha escluso la responsabilità del Condominio leggi tutta la notizia
  • 20.8.2015. DANNO DA IMMISSIONI INTOLLERABILI PER RUMORI MOLESTI: la Corte di Cassazione, sezione 3, con la sentenza depositata il 20 agosto 2015 n.17013 si è pronunciata in argomento su un curioso caso leggi tutta la notizia
  • 27.3.2015. FONDO AUTOSTRADALE GHIACCIATO E DANNI: in argomento, la sentenza 27.3.2015, n.6245 della Corte di Cassazione, nel caso di danno ad autoveicolo verificatosi a causa di fondo ghiacciato e scivoloso del tratto autostradale in percorrenza leggi tutta la notizia
  • 13.2.2015. MOROSITA’ DEL CONDUTTORE E RISARCIMENTO DEL DANNO: lo ha riconosciuto la sentenza del 13 febbraio 2015,  n.2865 della Corte di Cassazione, sez.3 civ... leggi tutta la notizia
  • 19.12.2014. DANNO DURANTE UNA MANIFESTAZIONE SPORTIVA: nella pronuncia n.26901 del 19.12.2014, la Corte di Cassazione ha affrontato il caso di danni che sono stati cagionati, durante una partita di calcio, ad uno spettatore a causa del lancio, dagli spalti, di un moschettoneleggi tutta la notizia
  • 22.10.2014. CADUTA DI UN ALBERO DAL FONDO PRIVATO SULLA STRADA PUBBLICA E DANNI CONSEGUENTI: la Cassazione civile, sezione 3, nella sentenza n.22330 del 22 ottobre 2014, si è occupata di un caso di caduta di un albero, piantumato su un suolo di proprietà privata, che ha causato danni a un’auto in transito sulla strada pubblica...  leggi tutta la notizia

IMPRESA

  • 27.10.2020. IL DANNO VA SEMPRE PROVATO IN MANIERA RIGOROSA: IL GIUDICE PUÒ LIQUIDARLO IN VIA EQUITATIVA, SOLO SE LA PROVA È IMPOSSIBILE O PARTICOLARMENTE DIFFICOLTOSA. L’occasione per riaffermare principio della necessità della prova rigorosa dei danni subiti è dato alla Corte di Cassazione dal giudizio avviato da una Signora contro un Istituto Bancario, volto a ottenere la cancellazione di un’ipoteca illegittimamente iscritta in suo danno e il risarcimento dei danni subiti (danni non patrimoniali dovuti a stress, turbamento e ansia nonchè danni al nome e all’immagine) per tale ingiusta iscrizione. ….leggi tutta la notizia

  • 3.1.2020. RESPONSABILITÀ PER ESERCIZIO DI ATTIVITÀ PERICOLOSE E RISCHIO DI IMPRESA. L’esercizio di una attività pericolosa, tale per la sua natura ovvero per la natura dei mezzi adoperati, fa insorgere, ai sensi dell’articolo 2050 c.c., la responsabilità oggettiva in capo al titolare dell’attività il quale sarà tenuto al risarcimento del danno cagionato ad altri laddove non provi di aver adottato tutte le misure idonee ad evitare il danno stesso. …. leggi tutta la notizia
  • 27.3.2018. GLI AMMINISTRATORI DI UNA SOCIETÀ NON POSSONO ESSERE RITENUTI RESPONSABILI SOLO PER IL COMPIMENTO DI SCELTE DI GESTIONE NON OPPORTUNE. Questo il principio affermato dalla la sentenza della Corte di Cassazione n. 7545 del 27 Marzo 2018, che ha affrontato l’argomento della responsabilità degli amministratori di società di capitali, ritenendo che l’amministratore di una società non può essere condannato al risarcimento dei danni per una presupposta gestione economico-finanziaria priva di un attenta e riflettuta pianificazione…… leggi tutta la notizia
  • 8.3.2018. IL DANNO PATRIMONIALE DA MANCATO GUADAGNO DEVE ESSERE PROVATO MEDIANTE UN “RIGOROSO GIUDIZIO DI PROBABILITÀ”. Con l’ordinanza dell’8 marzo 2018, n. 5613, la Corte di Cassazione Civile ha affrontato l’argomento della prova della quantificazione del danno patrimoniale da mancato guadagno (c.d. lucro cessante)…. leggi tutta la notizia
  • 15.2.2018. FAZZOLETTINI DI CARTA CONTENENTI NICHEL: RISARCIMENTO DEI DANNI DA PRODOTTO. Una Signora acquista e utilizza dei fazzolettini di carta per detergersi il sudore dal viso, dal collo e dagli avambracci; a seguito dell’utilizzo, si scatena una reazione cutanea – poi scopertosi essere imputabile ad allergia da metallo contenuto nei fazzoletti – con una conseguente estesa dermatite durata per oltre tre mesi…..leggi tutta la notizia
  • 23.1.2018. RISARCIMENTO DEI DANNI PER IL RITARDO AEREO. La Corte di Cassazione si è da ultimo pronunciata nuovamente in materia di ritardo aereo e conseguenze risarcitorie, con l’ordinanza n.1584 del 23 gennaio 2018, all’esito di un giudizio avviato da un passeggero contro una nota compagnia aerea. … leggi tutta la notizia
  • 12.5.2017. DANNO ALL’IMPRESA CONCORRENTE PER LA MANCATA AGGIUDICAZIONE DELL’APPALTO. L’Adunanza Plenaria del Consiglio di Stato, con la sentenza n.2 del 12 maggio 2017, si è pronunciata in merito ai danni conseguenti alla mancata aggiudicazione di un appalto pubblico. ….leggi tutta la notizia
  • 19.10.2016: VENDITORE RESPONSABILE PER I VIZI OCCULTI DELL’AUTO USATA, PUR ACQUISTATA “NELLO STATO COME VISTA E PIACIUTA”. Questo il principio affermato dalla Corte di Cassazione, con la sentenza n.21204 depositata il 19 ottobre 2016, all’esito di un giudizio iniziato dall’acquirente di un’auto usata, per i vizi manifestati dall’autovettura, acquistata “nello stato come vista e piaciuta”. In particolare …………… leggi tutta la notizia
  • 21.7.2016. CLIENTE CADE SUL PAVIMENTO BAGNATO DEL SUPERMERCATO: RESPONSABILITA’ DEL DIRETTORE: con la sentenza depositata il 21 luglio 2016, n. 31521 la Corte di Cassazione penale ha riconosciuto la responsabilità penale del Direttore di un supermercato, per il reato di lesioni colpose aggravate dalla violazione di norme in materia di prevenzione di infortuni sul lavoro, in relazione ad un infortunio accaduto ad un cliente del supermercato scivolato sul pavimento bagnato…… leggi tutta la notizia
  • 19.2.2016. ESPLOSIONE DELLA CANDEGGINA E (NON) RESPONSABILITA’ DEL PRODUTTORE: la Corte di Cassazione, con la sentenza n.3258 del 19 febbraio 2016, si è occupata di un caso di risarcimento dei danni subiti a causa di un prodotto difettoso….. leggi tutta la notizia
  • 23.12.2015. CONCORRENZA SLEALE E PROVA DEL DANNO: con la sentenza 25921 del 23.12.2015, la Corte di Cassazione si è pronunciata in ambito di concorrenza sleale… leggi tutta la notizia
  • 5.10.2015 UTILIZZATORE DEL BENE IN LEASING E VIZI DELLA COSA LOCATA: con la sentenza del 5 ottobre 2015, n.19785 le Sezioni Unite della Cassazione, per il caso di vizi del bene concesso in leasing che lo rendano inidoneo all’uso, si sono occupate della tutela da riconoscersi all’utilizzatore di un bene in leasing nel caso di vizi della cosa locata… leggi tutta la notizia
  • 8.9.2015. COMMERCIALIZZAZIONE DI PRODOTTO PROTETTO DA PRIVATIVA: con la pronuncia n.17791 dell’8 settembre 2015, la Corte di Cassazione ha affermato che il danno causato dalla commercializzazione di un prodotto coperto da privativa non è in re ipsa, ma deve essere provato secondo il principi generali in tema di fatto illecito.
  • 22.5.2015. CONCORRENZA SLEALE: la sezione I della Corte di Cassazione, con la sentenza n.10643 del 22 maggio 2015, si è pronunciata in tema di danni da concorrenza sleale… leggi tutta la notizia
  • 7.4.2015. POSTE ITALIANE, DISSERVIZIO POSTALE E RESPONSABILITA’ RISARCITORIA: con la sentenza n.6689 del 7 aprile 2015, la Corte di Cassazione, sez.III si è pronunciata in tema di responsabilità risarcitoria per un disservizio postale… leggi tutta la notizia

INTERNET E AMBIENTI IT

  • 26.2.2020. Veicoli a guida autonoma, smart things, robot. Ritorno al futuro: responsabilita’ civile per i danni causati dalle tecnologie emergenti. Porta la data del 19 febbraio 2020 il Report on the safety and liability implications of Artificial Intelligence, the Internet of Things and robotics predisposto dal gruppo di esperti istituito presso la Commissione europea. L’esigenza nasce dalla constatazione ormai diffusa che le c.d. tecnologie emergenti, dai robot all’intelligenza artificiale (AI) all’Internet of Things per parlare di argomenti di cui tutti ormai qualcosa sappiamo, possono causare danni anche assai rilevanti. …. leggi tutta la notizia
  • 17.10.2019. Hosting provider attivo condannato a risarcire 1,6mln di euro per la pubblicazione illegale di contenuti. Il Tribunale di Roma, sezione specializzata in materia di impresa, con una sentenza pubblicata il 2 ottobre 2019, n.18727, è ritornato a pronunciarsi su un caso di responsabilità civile dell’hosting provider. In particolare, RTI aveva contestato alla Società californiana Bit Kitchen Inc. di avere consentito la diffusione non autorizzata – sulla piattaforma Vid.me a lei riconducibile – di brani estratti dai programmi RTI, protetti dal diritto d’autore….. leggi tutta la notizia
  • 15.9.2019. Risarcimento dei danni e rievocazione storia di un fatto di cronaca: se il diritto all’oblio prevale …. Un giornalista ed un quotidiano locale vengono chiamati in giudizio da un cittadino, al fine di ottenere il risarcimento dei danni da lui subiti a seguito della pubblicazione sul quotidiano della rievocazione storica di un fatto di cronaca nera, assai risalente nel tempo. L’uomo aveva lamentato che in quell’articolo era stato rievocato un episodio di cronaca nera, che lo aveva visto come protagonista, in quanto responsabile di un omicidio, per il quale era stato condannato ed aveva espiato dodici anni di reclusione. La pubblicazione dell’articolo, dopo un lunghissimo lasso di tempo dall’episodio, aveva determinato in lui un profondo senso di angoscia e prostrazione che si era riflesso sul suo stato di salute piuttosto precario, ma aveva anche causato un notevole danno per la sua immagine e per la sua reputazione, in quanto egli era stato esposto ad una nuova “gogna mediatica” quando ormai, con lo svolgimento della sua apprezzata attività di artigiano, era riuscito a ricostruirsi una nuova vita e a reinserirsi nel contesto della società, rimuovendo il triste episodio. Le Sezioni unite della Corte di Cassazione con la sentenza del 22 luglio 2019, n. 19681, si sono pronunciate all’esito del giudizio …leggi tutta la notizia
  • 9.1.2019. Risarcimento dei danni per l’illecito trattamento dei dati personali a causa di una illegittima segnalazione alla centrale rischi: i danni riconoscibili sono solo quelli che si riescono a provare. Questo il principio ricordato dalla Corte di Cassazione, nell’ordinanza n. 207 del 9 gennaio 2019. La vicenda ha tratto origine da un giudizio proposto da una Società contro una Banca, chiedendo che fosse accertato e dichiarato che Quest’ultima aveva erroneamente ed illegittimamente segnalato una posizione di sofferenza alla CRIF, … leggi tutta la notizia
  • 5.11.2018. E’ necessario trovare un punto di equilibrio tra il diritto all’oblio e il diritto all’informazione. Il bilanciamento tra questi due diritti incide sul modo di intendere la democrazia nella nostra attuale società civile. Così ha affermato la terza Sezione civile della Corte di Cassazione, con l’ordinanza del 5 novembre 2018, n.28084, con cui è stata rimessa al Primo Presidente per l’assegnazione alle Sezioni Unite la questione, ritenuta di particolare importanza, concernente il bilanciamento del diritto di cronaca – posto al servizio dell’interesse pubblico all’informazione – e del c.d. diritto all’oblio – posto a tutela della riservatezza della persona – , alla luce del quadro normativo e giurisprudenziale nell’ordinamento interno e sovranazionale….. leggi tutta la notizia
  • 20.10.2018. La quantificazione del danno all’immagine deve tenere conto del fatto che ai nostri giorni la diffusione della notizia pubblicata sui quotidiani oltrepassa, attraverso il web, qualunque limite. Così si è pronunciata la I sezione centrale della Corte dei Conti d’appello, con la sentenza n.370 depositata il 26 settembre 2018, al termine di un giudizio proposto contro un dipendente pubblico per il risarcimento dei danni per l’illecita condotta da lui tenuta in servizio. ….. leggi tutta la notizia
  • 18.10.2018. La Corte di Giustizia UE si è pronunciata, con una sentenza depositata il 18 ottobre 2018, sulla responsabilità del detentore di una connessione internet. …. leggi tutta la notizia
  • 28.9.2018. D.lgs.101/2018: il Garante indichi modalita’ semplificate per le micro, piccole e medie imprese per gli adempimenti “privacy”. Questa l’indicazione del legislatore italiano al Garante contenuta nel nuovissimo d.lgs. 101/2018. … leggi tutta la notizia
  • 5.9.2018. L’amministratore di una fanpage su Facebook è responsabile assieme a Facebook del trattamento dei dati dei visitatori della sua pagina. Così si è pronunciata la Corte di Giustizia europea …. leggi tutta la notizia
  • 4.9.2018. Pubblicato il Decreto italiano di adeguamento del nostro Codice della privacy al Regolamento UE…..vai al link
  • 1.9.2018. Violazione privacy, diritto di cronaca e risarcimento dei danni. Su questi temi si è recentemente pronunciata la Corte di Cassazione, con la sentenza del 21 giugno 2018, n.16311, con cui ha riconosciuto la responsabilità civile di un quotidiano, ed il conseguente obbligo di risarcimento dei danni, a causa della illegittima divulgazione di una notizia inerente lo stato di salute di due giovani….. leggi tutta la notizia
  • 4.6.2018. Risarcimento dei danni non patrimoniali conseguenti ad un illecito trattamento di dati personali. Con la sentenza n. 14242 depositata il 4 giugno 2018, la Corte di Cassazione si è pronunciata su un caso di trattamento illecito di dati personali e di risarcimento dei danni conseguenti. … leggi tutta la notizia
  • 30.5.2018. GDPR: primo provvedimento cautelare in Germania. La Corte Regionale di Bonn, in particolare, con un provvedimento del 30 maggio 2018, si è pronunciata applicando uno dei principi fondamentali del Regolamento europeo, quello della minimizzazione nella raccolta dei dati, affrontando un caso sottopostole da ICANN,ente di gestione internazionale che coordina a livello mondiale il sistema di identificazione di Internet mediante l’attribuzione dei nomi di dominio e degli indirizzi IP. Un interessante articolo con i passaggi fondamentali della sentenza ed il testo della pronuncia a questo link
  • 25.5.2018. Protezione dati: pronti, via! Da oggi si applica il Regolamento Europeo 2016/679 (GDPR). “Il Regolamento adegua il quadro normativo al nuovo contesto sociale ed economico – caratterizzato da un incessante sviluppo tecnologico e da forme sempre più massicce e pervasive di scambio e  sfruttamento di dati – rafforzando le tutele poste a salvaguardia dei dati personali e i diritti degli individui.”. Così il commento del Garante per la protezione dati italiano in occasione della data odierna, disponibile integralmente al seguente link
  • 20.3.2018. Diritto all’oblio e risarcimento danni. Responsabilita’ civile nel campo dell’editoria. Un noto cantante conveniva in giudizio la RAI, chiedendone la condanna al risarcimento dei danni subiti, per l’utilizzazione non autorizzata ed a fini commerciali della propria immagine, per la violazione del diritto all’oblio, e per il carattere lesivo del commento ad un episodio andato in onda in una trasmissione televisiva. …. leggi tutta la notizia
  • 10.3.2018. Responsabilità maggiori per i prestatori di servizi on line nel contrasto ai contenuti illegali: la Raccomandazione UE n.2018/334/UE del 1.3.2018 …. leggi il testo della Raccomandazione
  • 28.2.2018. Deve essere valutata con attenzione dalla PA la richiesta di accesso civico agli atti giudiziari, per evitare una diffusione indiscriminata di informazioni e dati delicati sulle persone coinvolte. Questo è, in sintesi, il principio affermato dal Garante Privacy, che ha ritenuto corretta la scelta di un Comune di non rilasciare la copia integrale delle sentenze e dei provvedimenti di condanna al pagamento di somme in favore del Comune, nonché di tutti i procedimenti di riscossione ancora aperti. …. leggi il parere del Garante
  • 19.2.2018. L’internet service provider, che svolge attivita’ di mero hosting, non e’ responsabile dei contenuti scritti dai propri utenti. E’ quanto affermato dalla Corte d’appello di Roma, con la sentenza n.1065 depositata il 19.2.2018, in un giudizio promosso contro Wikimedia – quale Ente gestore dell’enciclopedia on line Wikipedia – da un illustre personaggio pubblico italiano, che chiedeva di inibire la prosecuzione della condotta contestata in merito alla pubblicazione sulla voce a lui dedicata di contenuti ritenuti non corretti e diffamanti da alcuni utenti, di ordinare la rimozione di parti della pubblicazione e di ritenere l’Internet Service Provider corresponsabile dei danni …. leggi tutta la notizia
  • 19.2.2018. DALL’AUTORITA’ GARANTE DELL’INFANZIA E DELL’ADOLESCENZA. Pubblicato il documento “La tutela dei minorenni nel mondo della comunicazione”. … leggi tutta la notizia
  • 7.2.2018. DAL GARANTE PRIVACY. Sanzione da 840mila euro a un operatore telefonico per telefonate promozionali senza consenso. … leggi tutta la notizia
  • 31.1.2018. Violazione della privacy e risarcimento del danno. Da ultimo si è pronunciata sul tema la Corte di Cassazione, con l’ordinanza del 31 gennaio 2018, n.2367, all’esito di un giudizio promosso da un docente contro il medico fiscale, ritenuto da lui responsabile dei danni subiti e conseguenti all’invio, al preside del Liceo presso il quale insegnava, della copia del referto medico destinata al datore di lavoro in cui era stato riportato che il docente era “in attesa di consulenza psichiatrica”. … leggi tutta la notizia
  • 26.1.2018. DAL GARANTE PRIVACY. Diritto all’oblio: cittadini italiani tutelati anche al di fuori dei confini europei. Totem nelle stazioni: no all’occhio occulto della pubblicità. Sim aziendali, sì al controllo dei consumi, ma nel rispetto della privacy. Newsletter del Garante Privacy del 26.1.2018. …. leggi tutta la notizia
  • 25.1.2018. DAL GARANTE PRIVACY. Sanità, localizzazione e videosorveglianza. L’Autorità Garante Privacy dà il proprio assenso all’utilizzo di dispositivi elettronici indossabili per pazienti non autosufficienti, ritenendolo adeguato in relazione al suo impiego in casi limitati, per comprovate e giustificate esigenze, a tutela della salute e dell’incolumità degli interessati. …. leggi tutto il provvedimento
  • 23.1.2018. DALL’AUTORITA’ GARANTE DELL’INFANZIA E DELL’ADOLESCENZA. Una nota: rispettare sempre i limiti necessari a proteggere la riservatezza delle persone di minore età coinvolte in fatti di cronaca. … leggi tutta la notizia
  • 1.1.2018. DAL GARANTE PRIVACY. Vi spiego la cultura necessaria a proteggere i dati. Parola del Garante della Privacy. …. leggi tutta la notizia
  • 27.12.2017. RESPONSABILITA’ NEL TRATTAMENTO DEI DATI SENSIBILI: I DATI SENSIBILI IDONEI A RIVELARE LO STATO DI SALUTE DI UNA PERSONA POSSONO ESSERE TRATTATI SOLO CON MODALITA’ CHE NON RENDANO IDENTIFICABILE L’INTERESSATO. Si è pronunciata in tal senso la Corte di Cassazione, Sezioni Unite, con la sentenza n. 30981 depositata il 27 dicembre 2017, all’esito di un giudizio avviato da un soggetto, beneficiario dell’indennità riconosciutagli ex L. n. 210 del 1992 (ovvero a causa di un contagio dovuto a somministrazione di sangue o emoderivati o una menomazione permanente dovuta a vaccinazioni obbligatorie), che aveva dedotto l’illegittima detenzione e divulgazione di tale dato sensibile relativo alle sue condizioni di salute, derivante appunto dall’indicazione nella causale di accredito dell’indennità “pagamento rateo arretrati bimestrali e posticipati (…) L. n. 210 del 1992”, ….leggi tutta la notizia
  • 14.6.2017. RESPONSABILITA’ DELLA PIATTAFORMA DI CONDIVISIONE ONLINE DI CONTENUTI PER LA VIOLAZIONE DEL DIRITTO D’AUTORE DA PARTE DEI SUOI UTENTI.  Questa la tematica affrontata dalla Corte di Giustizia europea nella sentenza depositata il 14 giugno 2017, causa C 610/2015, resa all’interno di un giudizio, proposto dalla Corte Suprema dei Paesi Bassi, volto a conoscere l’interpretazione corretta da darsi alla normativa europea vigente in materia…. leggi tutta la notizia
  • 29.4.2017. RESPONSABILITA’ DEL PROVIDER PER IL FATTO ILLECITO COMMESSO DAL TERZO SE CONCORRE O COOPERA CON IL TERZO. La Corte di Appello di Roma, con la sentenza del 29 aprile 2017, n.2833, ha affermato la responsabilità civile del provider per i fatti illeciti commessi da terzi tramite l’utilizzo della piattaforma digitale messa a loro disposizione….. leggi tutta la notizia
  • 8.2.2017. IL DANNO DA SPAMMING DEVE ESSERE PROVATO. La Corte di Cassazione, con la sentenza n.3311 depositata il 8 febbraio 2017 ha approfondito il tema del risarcimento del danno da spamming.Il caso affrontato è quello di un legale che aveva agito in giudizio contro la Società Italiana degli avvocati amministrativisti affinchè ne venisse accertata la responsabilità e venisse condannata al risarcimento del danno, indicato in € 360,00, per il fatto di avergli inviato, senza consenso, alcuni messaggi di posta elettronica. …leggi tutta la notizia
  • 27.12.2016. RESPONSABILITÀ DEL GESTORE DI SITO INTERNET PER PUBBLICAZIONE SULLA COMMUNITY DEL SITO DA PARTE DI UN UTENTE DI CONTENUTI DIFFAMATORI. La Corte di Cassazione, sezione quinta penale, con la sentenza n.54946 depositata il 27 dicembre 2016, ha affermato la responsabilità del gestore di un sito internet per concorso nel reato di diffamazione, a causa del commento, pubblicato da un utente della community del sito, lesivo della reputazione altrui…. leggi tutta la notizia
  • 20.7.2016. VIOLAZIONE DEL DIRITTO ALL’OBLIO SUL WEB: RISARCIMENTO DEI DANNI. Confermata dalla Corte di Cassazione la condanna al risarcimento dei danni per l’illecito trattamento dei dati personali, a carico del Direttore responsabile e dell’Editore di un giornale telematico, che avevano mantenuto, a distanza di tempo dai fatti, il diretto e immediato accesso ad un servizio giornalistico relativo ad una vicenda giudiziaria penale che aveva interessato i ricorrenti anni prima. ….. leggi tutta la notizia
  • 10.6.2016. DANNO DA INTERRUZIONI DEL SEGNALE SATELLITARE. La Corte di Cassazione veniva investita, in ultima istanza, del giudizio avente ad oggetto una domanda di risarcimento del danno subito a seguito dell’ammodernamento e della ristrutturazione della Funivia transitante sopra uno stabile, che aveva causato periodiche e costanti interruzioni del segnale satellitare SKY. ….leggi tutta la notizia
  • 10.6.2016. SOSPENSIONE DELL’UTENZA TELEFONICA. CONDANNA DELLA COMPAGNIA TELEFONICA AL PAGAMENTO DEI DANNI. Cosa succede se la compagnia telefonica non attiva tempestivamente la nuova utenza del cliente che migra dal vecchio al nuovo gestore? La Corte di Cassazione, con la sentenza n.11914 depositata il 10 giugno 2016 ci dice che potrebbe essere tenuta a pagare i danni all’utente….. leggi tutta la notizia
  • 1.3.2016. DIFFAMAZIONE AGGRAVATA PER CHI CONDIVIDE SUI SOCIAL COMMENTI OFFENSIVI.  Con la sentenza del 1 marzo 2016, n.8328, la Corte di Cassazione penale ha riconosciuto la sussistenza del reato di diffamazione aggravata per un soggetto che aveva condiviso su Facebook un commento offensivo. ………..leggi tutta la notizia
  • 24.6.2015. ACCESSO ABUSIVO A UN SISTEMA INFORMATICO E RISARCIMENTO DEL DANNO. Con la sentenza del 24 giugno 2015, n. 13085, la Cassazione civile ha affermato che un comportamento astrattamente preveduto come reato – quale è l’accesso abusivo ad un sistema informatico o telematico protetto – che integri concorrenza sleale determina in capo a chi lo ha subito il diritto al risarcimento del danno non patrimoniale, pur in mancanza di una pronuncia del giudice penale.

PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

  • 25.7.2019. IL DIPENDENTE PUBBLICO PUO’ ESSERE RESPONSABILE PER IL DANNO PROVOCATO DA INFORMAZIONI ERRATE RESE. Rendere informazioni scorrette, per un dipendente pubblico, costituisce un illecito dal quale può derivare una condanna al risarcimento dei danni subiti dall’utente. Così si è pronunciata la Corte di Cassazione, da ultimo con la sentenza n. 17052 del 26.06.2019 …. leggi tutta la notizia
  • 15.1.2019. RITARDO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E RISARCIMENTO DEL DANNO DA RITARDO. Il Consiglio di Stato rifa’ il punto sul risarcimento del danno da ritardo da parte della PA e rileva che il danno da ritardo può essere dovuto anche nei procedimenti che la PA deve iniziare d’ufficio. Questo il principio espresso dal Consiglio di Stato, con la sentenza n.358 del 15 gennaio 2019. L’occasione è stata …. leggi tutta la notizia
  • 20.10.2018. DANNO DA IMMAGINE ALLA P.A. CAUSATO DAL COMPORTAMENTO ILLECITO DI UN DIPENDENTE. La quantificazione del danno all’immagine deve tenere conto del fatto che ai nostri giorni la diffusione della notizia pubblicata sui quotidiani oltrepassa, attraverso il web, qualunque limite….. leggi tutta la notizia
  • 11.7.2018. DANNO DA PERDITA DI CHANCE. Con una sentenza di pochi giorni fa, la n. 4225 depositata il 11 luglio 2018, il Consiglio di Stato ha fatto il punto sul risarcimento del danno da perdita di chance. In particolare … leggi tutta la notizia
  • 12.1.2018. RISARCIMENTO DEL DANNO PER L’ILLEGITTIMO DINIEGO DI CONCESSIONE DI CHIOSCO SULLA SPIAGGIA. Con la sentenza depositata il 12 gennaio 2018, n.651, la Corte di Cassazione ha affermato il diritto al risarcimento dei danni a favore del privato, che aveva chiesto ad un Comune del Salernitano la concessione per l’installazione di un chiosco sulla spiaggia comunale e se l’era sentita illegittimamente rifiutare. … leggi tutta la notizia
  • 18.5.2017. RESPONSABILITA’ PER I DANNI CAUSATI DAI CANI RANDAGI. La Corte di Cassazione, con l’ordinanza del 18 maggio 2017, n. 12495 si è pronunciata in merito alla responsabilità civile conseguente ai danni causati da un cane randagio. …. leggi tutta la notizia
  • 12.1.2017. IL COMUNE RISARCISCE I DANNI SE RILASCIA IL PERMESSO EDILIZIO IN RITARDO. Il Comune viene condannato a risarcire i danni subiti da un imprenditore a causa del mancato rilascio del permesso di costruire per la realizzazione di un ampliamento di una struttura alberghiera. … leggi tutta la notizia
  • 12.7.2016. RESPONSABILITA’ DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE DA C.D. CONTATTO SOCIALE: riconosciuta la responsabilità da c.d. contatto sociale qualificato della Pubblica Amministrazione per violazione degli obblighi di buona fede, protezione e informazione previsti agli articoli 1175 e 1375 cod.civ. …...leggi tutta la notizia
  • 9.2.2016. RESPONSABILITA’ DELLO STATO (CON LA PARTE) PER IRRAGIONEVOLE DURATA DEL PROCESSO: la Corte di Cassazione, con la sentenza n.2586 del 9 febbraio 2016, ha ritenuto sussistere la corresponsabilità dello Stato e della parte, che aveva tenuto una condotta non collaborativa, per l’eccessivo prolungamento dei tempi processuali… leggi tutta la notizia
  • 31.7.2015. RESPONSABILITA’ DEL PUBBLICO DIPENDENTE PER LESIONE DI INTERESSI LEGITTIMI: con la sentenza n.16276 del 31 luglio 2015, la Corte di Cassazione ha ritenuto sussistere la responsabilità personale del pubblico dipendente verso il cittadino danneggiato, oltrechè nel caso di lesione di diritti soggettivi, anche per lesione di interessi legittimi… leggi tutta la notizia
  • 26.5.2015. ARRICCHIMENTO INGIUSTIFICATO DELLA P.A.: con la pronuncia delle Sezioni Unite n.10798 del 26 maggio 2015, la Suprema Corte ha stabilito che la regola generale in forza della quale non sono ammessi arricchimenti ingiustificati nè spostamenti patrimoniali ingiustificabili, ex art.2041 cod.civ., trova identica applicazione nei confronti dell’Ente pubblico come dei privati… leggi tutta la notizia
  • 7.4.2015. DANNI DA RITARDO E COLPA: il Consiglio di Stato, con la pronuncia n.1170 del 7 aprile 2015, ha affermato che vi è responsabilità della PA per il ritardo nell’adozione dei provvedimenti amministrativi solo se è ravvisabile una colpa nell’operato della PA, e non per il semplice ritardo… leggi tutta la notizia
  • 19.1.2015. ACCESSIONE INVERTITA DI UN TERRENO DA PARTE DELLA P.A.? NO, RESTITUZIONE O RISARCIMENTO DEI DANNI: con la pronuncia n.735 del 19.1.2015, la Corte di Cassazione a Sezioni Unite ha affermato, in una materia spesso oggetto di intervento da svariati anni a questa parte, la c.d. accessione invertita… leggi tutta la notizia

PROFESSIONISTI

  • 11.10.2020. COMPRAVENDITA DI IMMOBILI E ONERE DI DILIGENZA DEL MEDIATORE.  Nell’ambito di un contratto di mediazione, il mediatore deve comunicare alle parti le circostanze a lui note, relative alla valutazione e alla sicurezza dell’affare, che possono influire sulla conclusione di esso. Così ha riaffermato anche la Corte di Cassazione, da ultimo, con la sentenza n.20512 del 29 settembre 2020, sottolineando l’onere di diligenza del mediatore ……. leggi tutta la notizia
  • 22.11.2019. OPERA D’ARTE FALSA? RISOLUZIONE DEL CONTRATTO E RISARCIMENTO DEL DANNO. Un appassionato d’arte acquistava da un gallerista un’opera d’arte, attribuita al momento della vendita ad un determinato artista. Successivamente l’opera si rivelava non essere autentica e così l’acquirente si rivolgeva al Tribunale …. leggi tutta la notizia
  • 13.7.2018. IL NOTAIO E’ TENUTO AL RISARCIMENTO DEI DANNI SUBITI DAGLI ACQUIRENTI NEL CASO DI OMESSA VERIFICA DELLA SITUAZIONE IPOTECARIA DEL BENE COMPRAVENDUTO, NEI LIMITI DEL SOLO DANNO EFFETTIVAMENTE DA LORO SUBITO. Due Signori acquistavano un bene immobile, che, dopo l’atto notarile ed il versamento del prezzo, si rivelava essere oggetto di un procedimento di esecuzione forzata da parte di terzi, con pignoramenti trascritti, nei Registri della Conservatoria, sul bene che avevano acquistato, prima della trascrizione del loro acquisto. …..leggi tutta la notizia
  • 3.7.2017. RESPONSABILITA’ DEI SINDACI DI SOCIETA’ DI CAPITALI. Sussiste la responsabilità professionale dei sindaci di una società di capitali, nel caso in cui essi non abbiano rilevato una macroscopica violazione o comunque non abbiano in alcun modo reagito di fronte ad atti di dubbia legittimità e regolarità … leggi tutta la notizia
  • 9.5.2017. RESPONSABILITA’ NELLA GESTIONE DELLA CONTABILITA’. Si è pronunciata in argomento la Corte di Cassazione con la sentenza del 9 maggio 2017, n. 11213, all’esito di un giudizio promosso dal titolare di un’attività commerciale contro le Unioni artigiani locale, esponendo di aver ad esse affidato l’incarico di curare la contabilità fiscale della propria attività e che le associazioni consulenti si erano rese inadempienti …. leggi tutta la notizia
  • 18.7.2016: RESPONSABILITA’ PROFESSIONALE DELL’AVVOCATO E RISARCIMENTO DEL DANNO SOLO SE IL CLIENTE HA SUBITO UN DANNO CONCRETO. Questo il principio affermato dalla Corte di Cassazione, con la sentenza del 18 luglio 2016, n.14644, in un giudizio iniziato contro un avvocato da un suo ex cliente al fine di ottenerne la condanna al risarcimento dei danni per responsabilità professionale, …………….leggi tutta la notizia
  • 9.5.2016. ERRORE DEL NOTAIO E SUA RESPONSABILITA’ PROFESSIONALE PER MANCATO RILIEVO DI VINCOLO: con la sentenza depositata il 9 maggio 2016, n. 9320, la Corte di Cassazione si è pronunciata sul contenuto della prestazione del Notaio e sulle possibili responsabilità discendenti da un suo eventuale inadempimento……….leggi tutta la notizia
  • 27.10.2015. NOTAIO E (NON) RESPONSABILITA’ PER NON VERITIERA DICHIARAZIONE DEL VENDITORE DI ESTINZIONE DEL MUTUO NEL ROGITO: si è pronunciata in argomento la sentenza della Corte di Cassazione, III, n.21792 del 27.10.2015… leggi tutta la notizia
  • 22.6.2015. CURATORE FALLIMENTARE E ESTENSIOSE DELLA COPERTURA ASSICURATIVA RC PROFESSIONALE: in argomento la sentenza del 22 giugno 2015, n.12872 la Corte di Cassazione, sez.III… leggi tutta la notizia
  • 3.9.2014. CONSULENTE FISCALE, ACCORDI CON IL CLIENTE IN FRODE AL FISCO E RICHIESTA RISARCITORIA DEL CLIENTE AL PROFESSIONISTA: con una sentenza del 3 settembre 2014, il Tribunale di Firenze si è pronunciato su un caso di lamentata (dal cliente) responsabilità civile del consulente fiscale che abbia commesso, su richiesta del cliente e nel suo interesse, un illecito fiscale, poi contestato dall’Ente previdenziale, con l’irrogazione di sanzioni, interessi e esborsi per spese legali… leggi tutta la notizia

CIRCOLAZIONE STRADALE

  • 05.06.2019. NELLO SCONTRO TRA VEICOLI, PER ANDARE ESENTI DA RESPONSABILITA’ OCCORRE DIMOSTRARE DI AVERE FATTO TUTTO IL POSSIBILE PER EVITARE L’EVENTO. In caso di incidente stradale, l’accertata responsabilità di uno dei conducenti non esonera l’altro dall’onere di provare di aver fatto il possibile per evitare l’evento, al fine di superare la presunzione del concorso di colpa a carico di entrambi previsto dall’art.2054 codice civile. La Corte di Cassazione, con l’ordinanza n. 122383 depositata il 9 maggio 2019 … leggi tutta la notizia
  • 28.1.2019. IL PEDONE CHE NON ATTRAVERSA SULLE STRISCE E’ CORRESPONSABILE DELL’INCIDENTE. La Corte di Cassazione, con l’ordinanza n. 2241 depositata il 28 gennaio 2019, ribadisce il principio di corresponsabilità del pedone che, non attraversando sulle strisce, causa e subisce un incidente. La storia…. leggi tutta la notizia
  • 30.11.2018. I VEICOLI SI DEVONO SEMPRE FERMARE AL SEGNALE DI STOP, ANCHE SE LA STRADA APPARE LIBERA. Anche se la strada in cui un autoveicolo si deve immettere appare libera, è sempre obbligatorio fermarsi al segnale di stop, rischiando, altrimenti, di essere ritenuti, nel malaugurato caso di incidente, responsabili esclusivi del sinistro. Così si è pronunciata la Corte di Cassazione, con l’ordinanza n.30993 depositata il 30 novembre 2018, all’esito … leggi tutta la notizia
  • 4.9.2018. LA CORTE DI GIUSTIZIA UE SI PRONUNCIA SULL’OBBLIGO DI ASSICURAZIONE PER LA RESPONSABILITA’ CIVILE AUTO ANCHE SE IL VEICOLO E’ FERMO SU UN TERRENO PRIVATO. Con la sentenza depositata il 4 settembre 2018 sulla causa C 80/17, la Corte di Giustizia UE ha affermato l’obbligatorietà della stipula di un contratto di assicurazione RC auto anche per i veicoli non utilizzati e fermi su un suolo privato…. leggi tutta la notizia
  • 20.4.2018. RESPONSABILITA’ DEL VETTORE PER LA CADUTA DI UNA DONNA DURANTE IL TRASPORTO. Con la sentenza  9811 del 20 aprile 2018 la Corte di Cassazione si è pronunciata su una richiesta di risarcimento da parte di una donna per il danno conseguente ad una caduta durante il tragitto su un autobus….. leggi tutta la notizia
  • 15.2.2018. IL RISARCIMENTO NON PUO’ DIPENDERE DALLA RESIDENZA DEL DANNEGGIATO O DAL LUOGO DOVE VERRA’ SPESA LA SOMMA. Questo è il principio affermato qualche giorno fa dalla Corte di Cassazione, con l’ordinanza depositata il 15 febbraio 2018, n. 3767, all’esito di un giudizio proposto dai famigliari di un uomo deceduto in un incidente stradale. … leggi tutta la notizia
  • 20.11.2017. NON SEMPRE IL PEDONE HA RAGIONE. Anche il pedone può essere corresponsabile dell’incidente accadutogli, se non ha agito con la comune prudenza. …. leggi tutta la notizia
  • 5.7.2017. L’ASSICURAZIONE DEL VETTORE DEVE RISARCIRE IL TERZO TRASPORTATO ANCHE SE LO SCONTRO E’ AVVENUTO CON UN VEICOLO NON IDENTIFICATO O NON ASSICURATO. Questo principio è stato affermato dalla Corte di Cassazione, con l’ordinanza n.16477 del 5 luglio 2017, all’esito di un giudizio promosso da un soggetto contro  la sua compagnia di assicurazioni per la r.c.a., per essere risarcito ex art. 141 codice delle assicurazioni dei danni alla persona riportati …. leggi tutta la notizia
  • 31.5.2017. IL DANNO DA FERMO TECNICO DEL VEICOLO VA PROVATO. Il soggetto che richiede il risarcimento del danno per l’indisponibilità del suo veicolo durante il tempo occorrente per le riparazioni necessarie a seguito di un incidente stradale deve allegare e dimostrare il danno che richiede. … leggi tutta la notizia
  • 10.1.2017. LAVORO DI CASALINGA E RISARCIMENTO DEL DANNO AI PARENTI A SEGUITO DI INCIDENTE. La Corte di Cassazione, con la sentenza n.238 del 10 gennaio 2017, ha ribadito il rilievo, dal punto di vista del danno patrimoniale, all’attività svolta dalla donna nell’ambito domestico. … leggi tutta la notizia
  • 3.10.2016. ESCLUSA LA RESPONSABILITÀ DEL GESTORE DELL’AUTOSTRADA PER L’INCIDENTE CAUSATO DA UN OSTACOLO METALLICO IN CARREGGIATA. La Corte di Cassazione, sezione III, con la sentenza n.19648 del 3 ottobre 2016, ha escluso la responsabilità dell’ente gestore dell’autostrada per l’incidente subito da un utente a causa della presenza in carreggiata di un ostacolo metallico, che  ostruiva la carreggiata, impedendogli, peraltro, di effettuare qualsiasi manovra di emergenza…………..leggi tutta la notizia
  • 14.7.2016. RESPONSABILITA’ NELL’INCIDENTE DEL CONDUCENTE FERMATOSI ALLO STOP, DA CUI RIPARTE TROPPO REPENTINAMENTE: ll conducente di un’autovettura (che, nel caso che si commenta, ha subito danni materiali a causa dello scontro con un’altra autovettura), pur essendosi fermato tempestivamente allo STOP, è responsabile dell’incidente causato per lo scontro con l’auto proveniente dall’altra direzione, se abbandona troppo repentinamente l’incrocio senza osservare le regole di prudenza……. leggi tutta la notizia
  • 24.3.2016. RICHIESTA DANNI AL FONDO DI GARANZIA PER LE VITTIME DELLA STRADA. Niente automatismi nel risarcimento danni a carico del Fondo di Garanzia per le Vittime della strada. Questo il principio affermato nella sentenza della Corte di Cassazione, depositata il 24 marzo 2016, n.5892. Il caso affrontato dalla Corte è quello ……. leggi tutta la notizia
  • 4.2.2016. INVESTIMENTO DI UN PEDONE IN AUTOSTRADA: LA PRESENZA DEL PEDONE NON E’ IMPREVEDIBILE: la sentenza n.2173 del 4 febbraio 2016 si è occupata del caso dell’investimento, da parte di un automobilista, di un pedone in autostrada… leggi tutta la notizia
  • 22.9.2015. MACROLESIONI E DANNO PATRIMONIALE DEL DISOCCUPATO: con la sentenza n.18611 depositata il 22 settembre 2015, la Corte di Cassazione civile, sez.III, ha riconosciuto il risarcimento del danno patrimoniale subito da un soggetto disoccupato (che pur, al momento dell’incidente, era in procinto di avviare un’attività economica), riformando la sentenza resa dalla Corte d’appello… leggi tutta la notizia
  • 27.8.2015. IL DANNO MORALE VA SEMPRE PROVATO: con la pronuncia del 27 agosto 2015, n.17209 la sezione III della Corte di Cassazione civile ha affermato che in caso di incidente stradale il danno morale, conseguente alle lesioni, va sempre provato… leggi tutta la notizia
  • 30.7.2015. TERZO TRASPORTATO: con la sentenza n.16181 della III sezione civile del 30 luglio 2015, la Cassazione ha affermato che “in applicazione dell’articolo 141 del Codice delle Assicurazioni, il terzo trasportato per essere risarcito dall’impresa di assicurazione del veicolo sul quale era a bordo al momento del sinistro deve fornire la prova solo di aver subito un danno a seguito del sinistro, ma non delle modalità dell’incidente al fine di individuare la responsabilità dei rispettivi conducenti.”
  • 18.11.2014. DANNO PATRIMONIALE DA PERDITA DEL LAVORO DOMESTICO MASCHILE: con la sentenza (contro gli stereotipi!) n.24471 del 18 novembre 2014, la Cassazione civile, sezione III (il cui relatore è un Magistrato uomo … ) ha affermato che per il risarcimento del danno patrimoniale consistito nella perdita o diminuzione del lavoro domestico non rileva che tale lesione sia patita dal marito o dalla moglie… leggi tutta la notizia

BANCA E ASSICURAZIONI

  • 30.10.2017. RESPONSABILITA’ DELL’ORGANO DIRETTIVO DELLA BANCA. In materia di antiriciclaggio, l’organo direttivo della banca è stato ritenuto direttamente sanzionabile per violazione del dovere di controllo sui dipendenti e per l’omessa segnalazione di operazioni che comportano lo spostamento, anche se parcellizzato, di ingenti somme di denaro (che gli vengano indicate dal responsabile della dipendenza); la responsabilità diretta comporta la condanna, in proprio e in solido con l’istituto, al pagamento della sanzione amministrativa. …. leggi tutta la notizia
  • 12.5.2017. AZIONE DEL CURATORE FALLIMENTARE CONTRO LA BANCA PER I DANNI PER L’ABUSIVA CONCESSIONE DI CREDITO: E’ POSSIBILE? La Corte di Cassazione, con la sentenza del 12 maggio 2017, n. 11798 ha affrontato il tema delle azioni esperibili dal Curatore del fallimento, ed in particolare l’azione da illecito aquiliano per il risarcimento dei danni causati ai creditori dall’abusiva concessione di credito (da parte di una Banca) diretta a mantenere artificiosamente in vita un’impresa decotta …..leggi tutta la notizia
  • 25.1.2017. ILLEGITTIMA ISCRIZIONE NELLA CENTRALE RISCHI: IL DANNO ECONOMICO E QUELLO ALL’IMMAGINE VANNO PROVATI. Questo il principio affermato dalla Corte di Cassazione, con la sentenza del 25 gennaio 2017, n.1931, all’esito di un giudizio promosso da un correntista che lamentava di non essere riuscito a ottenere il credito presso diversi Istituti di credito, a causa della presenza di una segnalazione alla Centrale Rischi. …leggi tutta la notizia
  • 23.9.2016: BARRIERA ARCHITETTONICA E BANCOMAT INACCESSIBILE: BANCA VA CONDANNATA ALL’ADEGUAMENTO E AL RISARCIMENTO DEI DANNI. Un Signore, affetto da disabilità grave che lo costringe a muoversi con il deambulatore o la sedia a rotelle, titolare di un conto corrente bancario presso un noto istituto di credito italiano, a seguito dell’installazione di un nuovo apparecchio bancomat presso la filiale della Banca ove ha aperto il conto corrente, si trovava impossibilitato ad utilizzare l’apparecchio per il prelievo automatico…………...leggi tutta la notizia
  • 4.8.2016. SMARRIMENTO BANCOMAT E ABUSIVI PRELEVAMENTI: la Corte di Cassazione si pronuncia nuovamente in materia di responsabilità della Banca in conseguenza di abusivi prelevamenti effettuati con una carta di credito smarrita, riconoscendo, questa volta, la possibile (cor)responsabilità dell’Istituto…… leggi tutta la notizia
  • 21.6.2016. NESSUNA RESPONSABILITA’ DELLA BANCA PER IL PAGAMENTO DI ASSEGNO CONTRAFFATTO SE IL FALSO NON E’ EVIDENTE. Nel caso di assegni  contraffatti, vi è responsabilità della Banca che ha pagato l’assegno in favore di un soggetto diverso dal suo reale beneficiario solo se il falso è evidente. Così si è espressa la Corte di Cassazione, con la sentenza n.12806 del 21 giugno 2016 ……..leggi tutta la notizia
  • 7.4.2016: RESPONSABILITA’ DA USO DI CARTA DI CREDITO: CHI SUBISCE IL FURTO DELLA CARTA NON HA DIRITTO AL RIMBORSO DELLE SOMME SPESE DAL LADRO SE NON FA TEMPESTIVA DENUNCIA:Con la sentenza n.6751, depositata il 7 aprile 2016, la Corte di Cassazione si è pronunciata in merito alla responsabilità da uso illecito di carta di credito ………… leggi tutta la notizia
  • 8.3.2016. INVESTIMENTO IN BOND ARGENTINI E RESPONSABILITA’ DELLA BANCA: ancora un pronuncia della Corte di Cassazione sulla responsabilità di una Banca per inadempimento contrattuale a fronte di un investimento finanziario rivelatosi disastroso (nella specie si trattava di obbligazioni argentine)….. leggi tutta la notizia
  • 9.2.2016. OPERAZIONI DI INVESTIMENTO AD ALTO RISCHIO E RESPONSABILITA’ DELLA BANCA: la sentenza n.2535 del 9.2.2016, ha ribadito un importante principio in merito agli obblighi della Banca intermediaria verso i clienti, prima di effettuare operazioni di investimento... leggi tutta la notizia
  • 19.1.2016. SE LO SPORTELLO INGHIOTTE IL BANCOMAT, CON CUI POI VENGONO EFFETTUATI ILLECITI PRELIEVI, PUO’ ESSERVI RESPONSABILITA’ DELLA BANCA: tale principio è stato affermato dalla sentenza n.806 del 19.1.2016, della I sezione civile della Corte di Cassazione... leggi tutta la notizia 
  • 18.12.2015. PROMOTORE FINANZIARIO INTASCA I SOLDI DEL RISPARMIATORE: RESPONSABILITA’ RISARCITORIA DELLA BANCA: la Corte di Cassazione, sez.3 civile, con la sentenza n.25442 del 18.12.2015 ha affermato la responsabilità della Banca per la truffa del promotore finanziario, che, a fronte della consegna, che gli aveva fatto un cliente, di una consistente somma di denaro in contanti, non l’aveva né investita né restituita... leggi tutta la notizia
  • 28.5.2015. DIFETTO DI DILIGENZA E RESPONSABILITA’ DELLA BANCA: si è pronunciata in argomento la sentenza del 28 maggio 2015, n.11123 della Corte di Cassazione... leggi tutta la notizia
  • 30.3.2015. OBBLIGO DELLA “PROFILATURA” DEL CLIENTE E DANNI ALL’INVESTITORE: la Corte di Cassazione, con la sentenza n.6376 del 30 marzo 2015, sezione I civile, ha ricordato che l’art. 21 T.U.F. stabilisce che i soggetti abilitati alla prestazione dei servizi di investimento ed accessori debbono comportarsi con diligenza, correttezza e trasparenza ed acquisire le informazioni necessarie dai clienti, operando in modo che essi siano sempre adeguatamente informati... leggi tutta la notizia

MEDICI E SANITÀ

  • 12.11.2019. DANNO NON PATRIMONIALE AI FAMIGLIARI DEL DANNEGGIATO? La Corte di Cassazione, con la sentenza del 4 novembre 2019, n. 28220, dà risposta affermativa e definisce i contorni di questo tipo di danno in un caso di errore medico. La Corte afferma che va risarcito anche il danno non patrimoniale subito dai famigliari del paziente danneggiato da un errore della struttura ospedaliera, se sono costretti a cambiare le loro abitudini di vita ….. leggi tutta la notizia
  • 20.12.2018. LE LINEE GUIDA NELLA RESPONSABILITA’ (MEDICA) “NON RAPPRESENTANO UN LETTO DI PROCUSTE INSUPERABILE”. Con l’ordinanza n. 30998, depositata il 30 novembre 2018, la Corte di Cassazione ha affermato alcuni rilevanti principi in tema di valore da attribuirsi alle linee guida, nel caso di specie, in particolare, nell’ambito della responsabilità civile medica…. leggi tutta la notizia
  • 24.10.2017. ERRORE DEL CHIRURGO ESTETICO. La Corte di Cassazione, con l’ordinanza n.25109 del 24 ottobre 2017, è tornata ad occuparsi di responsabilità medica, in particolare affermando che il paziente che agisce contro il medico per ottenere il risarcimento dei danni che ritiene di avere subito, deve dare prova di essi. … leggi tutta la notizia
  • 13.10.2017. RESPONSABILITA’ DELLA STRUTTURA SANITARIA E RIPARTIZIONE DELL’ONERE DELLA PROVA. La Corte di Cassazione, con la sentenza n.24073 del 13 ottobre 2017 è tornata ad occuparsi della ripartizione dell’onere della prova in un giudizio di responsabilità proposto da un paziente contro una struttura sanitaria. …leggi tutta la notizia
  • 6.6.2017. ESCLUSA LA RESPONSABILITA’ DELL’OSPEDALE PER LA CADUTA DAL LETTO DEL PAZIENTE AUTOSUFFICIENTE. La Corte di Cassazione, con l’ordinanza del 6 giugno 2017, n.14037, ha escluso sussistere la responsabilità dell’ospedale per la caduta dal letto di un paziente autosufficiente…. leggi tutta la notizia
  • 11.4.2017.NON C’E’ RESPONSABILITA’ DEL MEDICO SE DALL’ECOGRAFIA NON VIENE RILEVATA L’ASSENZA DI UN ARTO. La Corte di Cassazione, con la sentenza n.9251 depositata il 11 aprile 2017 ha escluso la responsabilità di un medico ginecologo per non avere rilevato, durante un esame ecografico, la mancanza di una mano nel nascituro. …. leggi tutta la notizia
  • 7.2.2017. RESPONSABILITA’ DEL MEDICO PER L’ANTICIPAZIONE DEL DANNO CHE SI SAREBBE COMUNQUE VERIFICATO. Con la sentenza depositata il 7 febbraio 2017, n.3136, la Corte di Cassazione ha affermato che sussiste la responsabilità dell’Azienda ospedaliera per il danno alla salute subito, a causa del comportamento del medico, da un minore,  in maniera anticipata rispetto ad una invalidità che, comunque, avrebbe subito – in un momento successivo – a causa della patologia di cui era affetto. … leggi tutta la notizia
  • 8.11.2016: CARTELLA CLINICA INCOMPLETA E RESPONSABILITA’ RISARCITORIA. Se la cartella clinica è incompleta e al paziente insorgono delle complicanze, scatta la presunzione dell’esistenza del nesso causale tra il danno subito dal paziente e la responsabilità del medico….. leggi tutta la notizia
  • 30.8.2016: ESCLUSA LA RESPONSABILITA’ DEL DENTISTA SE L’INTERVENTO NON RIESCE PER LE CONDIZIONI PREGRESSE DELLO STESSO PAZIENTE. Questo il principio affermato dalla Corte di Cassazione, con l’ordinanza n.17405 del 30 agosto 2016 all’esito di un giudizio promosso da un paziente contro un odontoiatra, cui imputava una responsabilità professionale per cattiva esecuzione di cure dentistiche…..leggi tutta la notizia
  • 31.3.2016. CARTELLA CLINICA INCOMPLETA E RESPONSABILITA’ MEDICA. La sentenza n.6209 del 31 marzo 2016 della Corte di Cassazione si è pronunciata nuovamente in materia di responsabilità medica, in particolare in relazione alla richiesta risarcitoria formulata da due genitori per i gravissimi danni subiti, al momento del parto, dalla figlia. In particolare, la Cassazione ha affrontato i temi dell’onere della prova e delle conseguenze dell’incompleta tenuta della cartella clinica. ….. leggi tutta la notizia
  • 4.2.2016. CONSENSO INFORMATO E CARATTERISTICHE DEL DEPLIANT INFORMATIVO: si è di recente pronunciata in argomento la Corte di Cassazione, con la sentenza n.2177 del 4.2.2016, in merito a una richiesta di risarcimento dei danni subiti da una paziente, a seguito di un intervento chirurgico di cheratomia radiale ad un occhio, cui la paziente, affetta da miopia corretta con lenti, “attratta da notizie di completa guarigione da tale affezione”, si era sottoposta… leggi tutta la notizia
  • 22.12.2015. RISARCIMENTO DANNI DA NASCITA INDESIDERATA: INCONFIGURABILE UN DIRITTO A  NON NASCERE: così ha affermato la sentenza n.25767 del 22 dicembre 2015 della Corte di Cassazione… leggi tutta la notizia
  • 20.10.2015. DANNO DA VACCINAZIONE ESCLUSO DAL RISPETTO DEL PROTOCOLLO SANITARIO: questo il principio affermato dalla sentenza n.21177 del 20 ottobre 2015 della Corte di Cassazione… leggi tutta la notizia
  • 20.8.2015. DANNO DA RITARDATA DIAGNOSI DI PROCESSO MORBOSO TERMINALE. DANNO C.D. DA MORTE: la pronuncia n.16993 della sezione III della Corte di Cassazione, del 20 agosto 2015, ha affermato che, in un’ipotesi di ritardata diagnosi di una malattia mortale, malattia tanto grave che, comunque, avrebbe portato alla morte del paziente, il sanitario è comunque responsabile per tale ritardata diagnosi, poiché il paziente avrebbe potuto fruire di un intervento palliativo o volto a diminuire le sofferenze… leggi tutta la notizia
  • 12.6.2015. CONSENSO INFORMATO E INTERVENTO DIVERSO DA QUELLO PROGRAMMATO: si è pronunciata in argomento la sentenza n.12205 della sezione III della Corte di Cassazione, del 12 giugno 2015 (che ha riformato le due pronunce emesse dai Giudici di merito e che si discosta da precedenti sentenze difformi)… leggi tutta la notizia
  • 27.3.2015. ASL e RESPONSABILITA’ PER L’ERRORE DEL MEDICO CONVENZIONATO: la sezione III della Corte di Cassazione ha, con una sentenza innovativa del 27 marzo 2015, n.6243 delineato la responsabilità della ASL per l’errore commesso dal medico di base, dando una lettura nuova alla normativa che disciplina il Servizio Sanitario Nazionale… leggi tutta la notizia

AMBIENTE

  • 26.11.2020. LA NON “TOLLERABILITÀ” DELLE IMMISSIONI DÀ DIRITTO AL RISARCIMENTO DEI DANNI. Un’azienda che produce immissioni intollerabili (di polveri) a danno dei vicini è tenuta al risarcimento dei danni provocati, anche se la quantità emessa non supera i limiti fissati dalle leggi speciali e se il fatto non ha avuto rilevanza penale. ….. leggi tutta la notizia

  • DANNI AMBIENTALI: la Terza Sezione civile della Corte di Cassazione, con una sentenza del 7 aprile 2015, ha affermato che sia le spese di ripristino del bene danneggiato sia i danni conseguenti al deprezzamento o all’impossibilità di utilizzazione o commercializzazione del bene sia ogni altra conseguenza dannosa sono voci risarcitorie che possono essere fatte valere in giudizio e sono soggette alla medesima disciplina, ivi compresi i termini di prescrizione

  • COSTITUZIONE DI PARTE CIVILE: la Corte di Cassazione, con una sentenza della sezione III penale dell’11 febbraio 2015, ha affermato che spetta solo allo Stato, e per esso al Ministero dell’ambiente, la legittimazione alla costituzione di parte civile nel procedimento per reati ambientali, al fine di ottenere il risarcimento del danno ambientale di natura pubblica

  • POTATURE E RIFIUTI: la Cassazione penale, con una sentenza del 27 febbraio – 21 agosto 2014 ha affermato, in argomento, che poiché gli sfalci e le potature costituiscono rifiuto quando il produttore se ne disfi, non ne è consentito l’incenerimento, anche se venga effettuato direttamente dal produttore, nel luogo di produzione, trattandosi comunque di forma di autosmaltimento non consentita
WP to LinkedIn Auto Publish Powered By : XYZScripts.com