La Corte di Cassazione è tornata nuovamente a pronunciarsi in materia di responsabilità da cosa in custodia ex art.2051 img-custodiacod.civ. in un caso di lesioni per caduta a causa di oggetti presenti sul pavimento. In particolare, con l’ordinanza depositata il 28 luglio 2016, n.15718, la Corte di Cassazione ha respinto la domanda di risarcimento dei danni proposta dai genitori esercenti la potestà su un minore, che aveva subito lesioni personali a seguito della caduta intervenuta in un centro sportivo a causa della presenza di un tappeto bagnato dalla pioggia e attorcigliato su se stesso, non adeguatamente segnalato. I Supremi Giudici hanno attribuito l’esclusiva responsabilità dell’evento al minore, che non aveva tenuto la necessaria diligenza nel camminare ed era così inciampato. Tale comportamento del danneggiato integra, a giudizio della Corte, il caso fortuito, idoneo ad interrompere ex art.2051 cod.civ. il nesso di causa della responsabilità del custode, che va così esente da responsabilità.

WP to LinkedIn Auto Publish Powered By : XYZScripts.com