La Corte di Cassazione veniva investita, in ultima istanza, del giudizio avente ad oggetto una domanda di risarcimento del Icons11danno subito a seguito dell’ammodernamento e della ristrutturazione della Funivia transitante sopra uno stabile, che aveva causato periodiche e costanti interruzioni del segnale satellitare SKY. La Cassazione, con la sentenza n.11912 del 10 giugno 2016, ha affermato che correttamente era stato riconosciuto dalla Corte d’appello che l’attività della società di gestione della Funivia, con l’intensificazione del passaggio delle cabine della funivia, aveva causato un danno (quantificato in € 919,75 oltre rivalutazioni e interessi) che esulava dal contenuto della servitù e che doveva essere risarcito comunque a chi l’aveva subito. La Corte ha ricordato, infatti, che il diritto riconosciuto ad ogni occupante, proprietario o inquilino, di unità immobiliari di appoggiare antenne televisive sui muri e sulle coperture dei fabbricati, si configura come un diritto soggettivo perfetto ed assoluto di natura personale, avente la sua fonte nella primaria libertà, costituzionalmente garantita, all’informazione. La cui lesione, dunque, deve essere risarcita.

WP to LinkedIn Auto Publish Powered By : XYZScripts.com