Simg-professionistii è pronunciata in argomento la sentenza della Corte di Cassazione, III, n.21792 del 27.10.2015.  In particolare, il caso riguardava una domanda di risarcimento dei danni per responsabilità professionale proposta da due acquirenti verso un Notaio, che aveva inserito, nella redazione di un atto pubblico di compravendita, la dichiarazione del venditore che il debito, per il quale era stata iscritta ipoteca sull’immobile compravenduto, era stato estinto, dichiarazione, invero, poi rivelatasi non rispondente al vero, con conseguente obbligo, da parte degli acquirenti, di dover estinguere il debito per poter liberare l’immobile dall’ipoteca. La Corte ha escluso la sussistenza della responsabilità del Notaio, poiché ha affermato che non rientra nei doveri del notaio l’accertamento della veridicità della dichiarazione relativa all’estinzione del debito, perché attinente alla fase negoziale, gravando solo sulla parte venditrice la responsabilità della veridicità della dichiarazione resa e dell’adempimento dell’obbligo assunto.

WP to LinkedIn Auto Publish Powered By : XYZScripts.com